29 - 30 settembre | 1 ottobre 2017

Fiera Milano Rho Padiglioni 8 - 12

Evento promosso da

MILAN GAMES WEEK GURU 2016

John e Brenda Romero

MILAN GAMES WEEK GURU 2016

Per la sua sesta edizione Milan Games Week ha ospitato due personaggi di fama internazionale nel settore dei videogiochi: John e Brenda Romero.

Diversi sono stati gli appuntamenti che li hanno visti come protagonisti durante la settimana del videogioco.

  • Mercoledì 12 ottobre 2016 Brenda Romero hanno aperto le danze con un intervento sul tema “Donne e Videogiochi”
  • Giovedì 13 ottobre 2016 Brenda Romero ha tenuto presso l’Aula Crociera Alta di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Milano un seminario per gli studenti dell’Ateneo su come sviluppare i videogiochi. Il seminario si è tenuto nell’ambito del percorso Video Game della Laurea Magistrale in Informatica.
  • Giovedì 13 ottobre 2016 John Romero è stato ospite sempre del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia per un intervento sul tema “Una Vita nei Videogiochi: il Passato, il Presente e il Futuro dell’Industria”. In occasione delle due giornate di conferenze, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ha allestito presso la Sala delle colonne una mostra temporanea dedicata all’hardware e al software protagonista dei primi anni della carriera di John Romero. In mostra sono stati esposti alcuni pezzi provenienti dalle collezioni del Museo e alcuni pezzi storici su DOOM provenienti dalla collezione di Gamescollection.it, nonché i Master Disk originali del primo DOOM provenienti da VIGAMUS, il Museo del Videogioco.
  • Venerdì 14 ottobre 2016, infine, John e Brenda Romero hanno inaugurato l’inizio della manifestazione presso FieraMilanoCity con la cerimonia del taglio del nastro. Durante il primo giorno di manifestazione John Romero ha sfidato all’originale DOOM il pubblico di Milan Games Week. Le partite si sono tenute nella Doom Arena, area costruita per l’occasione all’interno di Milan Games Week Retro, stand realizzato in collaborazione con Gamescollection.it e con il contributo di VIGAMUS, il Museo del Videogioco, che per l'occasione ha esposto i Master Disk originali del primo DOOM.

BIOGRAFIE

John Romero è un premiato game designer, level designer e programmatore che ha lavorato a oltre 130 videogiochi, 107 dei quali sono stati pubblicati commercialmente, inclusi lavori iconici come Wolfenstein 3D, DOOM e Quake. John Romero ha lavorato nei settori mobile, hardcore, mid-core, casual e MMO space. è stato co-fondatore di otto studi di sviluppo di successo come id Software, Gazillion Entertainment e, più recentemente, Loot Drop, che nel 2015 ha celebrato il suo quinto anniversario. è considerato come uno dei più importanti game designer al mondo, e i suoi prodotti hanno vinto oltre 100 premi. Visto come uno dei primi sviluppatori indie, John Romero ha cominciato a lavorare nel settore dei videogiochi nel 1979 sui computer mainframe, prima di spostarsi su Apple II nel 1981. John Romero è un programmatore, designer e artista autodidatta, che ha tratto la sua ispirazione dai primi programmatori di Apple II. è comproprietario di Loot Drop e Romero Games.

Brenda Romero è una premiata game designer e artista, nonché una ricercatrice del programma Fulbright, che è entrata nell’industria dei videogiochi nel 1981. Come designer, ha contribuito a molti importanti titoli, incluse le serie Wizardry e Jagged Alliance e titoli dei franchise Ghost Recon e Dungeon & Dragons. Al di là dei videogiochi, la serie dei suoi sei giochi analogici, The Mechanic is the Message, è stata acclamata sia a livello nazionale che internazionale, in particolare Train e Síochán Leat sono attualmente ospitati nel National Museum of Play. Nel 2015 Brenda Romero ha vinto l’ambito Ambassador’s Award dei Game Developers Choise Awards. Nel 2014, ha ricevuto un premio Fulbright per lo studio dell’industria videoludica e delle politiche amministrative e accademiche dell’Irlanda. Nel 2013, Gamasutra l’ha definita come uno dei migliori 10 sviluppatori di videogiochi e la rivista Develop l’ha inserita tra le 25 persone che hanno cambiato i videogiochi nel 2013. è comproprietaria di Loot Drop e Romero Games.